You are currently viewing Treno di notte per Lisbona di Pascal Mercier
Treno di notte per Lisbona di Pascal Mercier

Treno di notte per Lisbona di Pascal Mercier

Treno di notte per Lisbona è un libro di Pascal Mercier, pseudonimo di Peter Bieri, un docente di filosofia presso l’Università di Berlino.

Il protagonista del romanzo è Mundus, soprannome di Gregorius, un professore svizzero che insegna Latino nel liceo di Berna. A seguito dell’incontro con una donna che voleva gettarsi dal ponte di Berna, la vita di Gregorius cambia.

È bastato che lei pronunciasse la parola “Português”, per far dare una scossa al prevedibile professore Mundus.

Un uomo che da sempre ha vissuto in mezzo ai libri, ma solo per studiare ed insegnare, senza godersi mai il momento, vestendosi sempre con gli stessi vecchi completi… come gli ripeteva sempre Florence, la sua ex-moglie! Non viaggiava mai in prima classe e non si interessava a spendere i suoi soldi.

Lui che lì insegnava da trent’anni con impeccabile professionalità, una colonna dell’istituzione, forse un po’ noioso, ma stimato e persino temuto all’università […].

Lo stesso giorno di quel fatidico incontro, Gregorius trova il libro di Amedeu do Prado. E ancora una volta si imbatte nella parola “Português”.

Da sempre una persona abitudinaria, a causa di questo evento “epifanico” Gregorius decide di prendere un treno di notte per Lisbona e di lasciare alle spalle quel soprannome che lo aveva accompagnato da sempre.

Gregorius ha un nuovo scopo e cioè quello di scoprire la verità sull’autore del libro ritrovato, questa figura tanto affascinante quanto misteriosa. Ci riuscirà attraverso le testimonianze dei famigliari di Amedeu.

La ricerca dello scrittore Amadeu do Prado a Lisbona lo porterà in un tuffo nel passato; comprendere quell’enigmatica figura di medico intellettuale che prese parte alla resistenza portoghese contro il regime salazarista.

Grazie alla ricostruzione della sua storia capirà molto anche di sé e della sua vita presente. Troverà molti punti in comune con il personaggio e la personalità di Amedeu.

Considerazioni

Leggendo il libro si riconosce l’impronta filosofica dell’autore e ci sono molti spunti di riflessione interessanti! Si parla di come l’ambiente educativo influenzi una persona e il suo approccio con gli altri; si arriva a parlare del senso della vita e si cerca di dare un significato ad essa:

La vita non è ciò che viviamo; è ciò che ci immaginiamo di vivere.

Amedeu do Prado è una figura indecifrabile e sembra che solo Gregorius sia riuscito a comprenderlo veramente. Questi due personaggi sono molto collegati e non perché condividono l’amore per la letteratura e per le lingue antiche!

Anche il personaggio di Amedeu subisce un cambiamento repentino a causa di un evento che lo vede come protagonista in quanto medico.

Era possibile che la maniera migliore per accertarsi di esistere fosse imparare a conoscere e a comprendere un altro? Un uomo la cui vita aveva avuto un corso e una logica del tutto diversi?

Il libro nel complesso è godibile ma l’ho trovato un po’ lento a causa dei continui rimbalzi tra i famigliari di Amedeu per ricostruire la sua storia!

Ho trovato anche poco plausibile come Gregorius sia riuscito a padroneggiare una nuova lingua, il portoghese, in così poco tempo.


Tuttavia mi è piaciuto vedere come si sono evoluti i rapporti tra Gregorius e questa nuova “famiglia”, con la quale ha imparato a confrontarsi e relazionarsi nel corso del romanzo.

Vuoi viaggiare con i libri insieme a noi? Naviga sul nostro sito!

Se la recensione di Treno di notte per Lisbona di Paul Mercier ti è piaciuta, il libro è acquistabile al seguente link:

Se vuoi supportarci, puoi offrirci un caffè (o una tazza di tè!) al seguente link:

Lascia un commento